Esercizio della sovranità monetaria

Ottobre 8, 2019 5 Di Francesco Cappello

Se fossimo un paese normale che non avesse rinunciato all’esercizio della sua sovranità, e in particolare di quella monetaria, avremmo modo di ricostruire le nostre città terremotate senza chiedere alcuna elemosina, senza necessità di indebitarci ulteriormente. Se esercitassimo la nostra sovranità monetaria non dovremmo taglieggiare i nostri servizi pubblici fino a pensare che siano un lusso che non possiamo piu’ permetterci. Non dovremmo rinunciare ad affrontare il dissesto idrogeologico del nostro territorio né ci sentiremmo disarmati rispetto alla necessità di tutelare, mantenere e proteggere il nostro grande e prezioso patrimonio storico artistico, culturale e monumentale secondo qua. Il nostro debito pubblico non sarebbe più utilizzabile per ricattarci. Se a tutti fosse noto cosa è la sovranità monetaria la difenderemmo come uno dei nostri beni (strumenti) più preziosi.
L’umanità che tenta di arrivare in Italia a costruirsi una nuova vita la potremmo accogliere senza paura e timore. Li vedremmo per quello che sono veramente. Una ricchezza non solo economica.
La nostra Costituzione sa bene cosa sia la Sovranità e la difende. la riforma che ci propongono vuole rendere irreversibile la rinuncia alla sovranità che qualcuno ha deciso al nostro posto.
Senza sovranità vivremo sempre più nell’emergenza, saremo sempre più poveri malgrado ogni sforzo, sempre più incattiviti, ricattabili e parassitabili.
Difendiamo la nostra Sovranità. Difendiamo la nostra Costituzione. F.C.

Please follow and like us:
error